Stai leggendo
Apple VS Trump: La Mela contro il decreto sull’immigrazione

E dopo Google, Microsoft e molte altre aziende, anche Apple si schiera contro Donald Trump (attuale presidente degli Stati Uniti) in particolare sul decreto riguardante l’immigrazione, il quale vieta a tutti coloro che vivono in paesi musulmani di entrare negli Stati Uniti. Tim Cook (CEO di Apple), ha affermato che l’azienda sta prendendo seriamente in considerazione l’idea di avviare delle azioni legali contro l’ordine esecutivo del presidente.

tim cook

Apple porta in tribunale il Presidente?

In una recente dichiarazione rilasciata al Wall Street Journal, Tim Cook afferma:

Centinaia sono i dipendenti Apple colpiti dall’ordine esecutivo di Trump, il quale blocca l’ingresso negli USA a tutti i cittadini che fanno parte di stati musulmani come Iran, Iraq, Libia, Somalia, Sudan, Siria e  Yemen. L’America, più di ogni altro paese al mondo gli, deve la crescita a persone nate da immigrati e alla nostra capacità di accogliere persone provenienti da ogni paese, questo è ciò che ci rende speciali, dobbiamo fare una pausa e riflettere seriamente sulla nuova realtà.

Stiamo vagliando l’ipotesi di avviare un’azione legale per tentare di fermare il suddetto ordine esecutivo. Il nostro intento è di essere costruttivi e produttivi, non possiamo farlo se centinaia dei nostri dipendenti o collaboratori, amici e parenti sono bloccati da una norma più che discutibile. Sono nostri collaboratori e contribuenti degli USA, sono parte fondamentale della comunità.

Google di recente ha avviato una protesta contro il presidente Donald Trump (chi non lo ha fatto?) da quando è stato eletto sono sorti numerosi problemi in America e tra questi proprio quello dell’immigrazione, provvedimento che vede esclusi dal paese tutti coloro che sono di origine musulmana, indipendentemente se normali cittadini o lavoratori presso aziende importanti come Google, Apple, Microsoft e cosi via dicendo.

Fino a quando la situazione non cambia, tutti coloro che provengono dai suddetti paesi non potranno mettere piede in America, inoltre le aziende si ritrovano a dover tassativamente produrre i propri bene nel paese, a causa del divieto di appoggiarsi a stabilimenti esteri in quanto come dice Trump l’economica deve girare nel paese stesso. Le decisioni dell’attuale Presidente potrebbero portare anche all’aumento dei prezzi dei dispositivi tecnologici o di tutto ciò che viene esportato dall’America in altre parti del mondo.

Cosa nè pensate? Siete PRO o CONTRO la decisione di Trump di bandire dagli USA tutti gli stranieri di origine musulmana?

The following two tabs change content below.

Giovanni Damiano

Appassionato di videogiochi, telefonia, informatica e intrattenimento. Nato con un controller tra le mani vive in una remota zona della Transilvania in attesa di giochi da completare. La sua prima parola è stata "Press Start"! Cresciuto con un NES 8 BIT ha raggiunto l'illuminazione con la nextgen e i VR
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Entusiasta
0%
Divertito
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
100%