Stai leggendo
Apple brevetta il blocco della fotocamera durante i concerti

In questo ultimo periodo si sta diffondendo almeno in USA il divieto di utilizzare lo smartphone durante i concerti, è stata perfino ideata una custodia in grado di contenere lo smartphone ma con lucchetto per impedirne l’utilizzo fino alla fine del concerto. Apple ovviamente ha preso la palla al balzo come si suol dire per brevettare il blocco automatico della fotocamera. 

fotocamera

Apple brevetta il blocco della fotocamera

Il brevetto nonostante sia datato 2011 è stato pubblicato solo di recente, ciò dimostra di come Apple già all’epoca aveva deciso di lavorare ad un sistema che impedisse alla fotocamera di funzionare in dati momenti come durante un concerto. Il brevetto riguarda un segnale a infrarossi in grado di disabilitare la fotocamera dell’iPhone per un certo periodo di tempo o in un dato luogo. Il trasmettitore a infrarossi può essere collocato nelle zone dove si tiene un concerto, cosi facendo una volta attivi la fotocamera degli smartphone non permette nè di scattare foto e nè di catturare dei video.

I segnali generati dai trasmettitori includono comandi per disabilitare la funzione di scatto e registrazione, impedendo quindi ai possessori di uno smartphone di nuova generazione come gli iPhone di catturare i momenti più belli durante il concerto, ma evitando allo stesso tempo di consegnare il dispositivo alle autorità. Inutile dire che il lato telefonico cosi come il 3G non viene intaccato, ciò significa che è comunque possibile comunicare con amici e parenti in tempo reale.

Questo brevetto farà gioire indubbiamente i gruppi o i cantanti ma irritare gli spettatori che recandosi ad un concerto “pagato” non avranno più la possibilità di filmare il tutto.

The following two tabs change content below.

Giovanni Damiano

Appassionato di videogiochi, telefonia, informatica e intrattenimento. Nato con un controller tra le mani vive in una remota zona della Transilvania in attesa di giochi da completare. La sua prima parola è stata "Press Start"! Cresciuto con un NES 8 BIT ha raggiunto l'illuminazione con la nextgen e i VR
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Entusiasta
0%
Divertito
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
100%